HAI DEI DUBBI? SE NON TROVI LA RISPOSTA PER TE SCRIVICI A info@datrongmbh.eu

PREMESSA

Non tutti gli ambienti sono adeguati per una cantinetta vino frigo, assicurarsi che nell’ambiente ci sia un riciclo d’aria e che non ci siano forti odori. Le cantinette hanno filtri ai carboni attivi, ma certi odori sono molto forti (es. detersivi, carburanti, salumi, tabacchi, ecc.). Il vino respira attraverso il tappo e c’è il rischio che il vino profumi di cattivi odori. Evitare di mettere la cantinetta su pavimento riscaldato oppure vicino a fonti di calore, siccome si può creare un surriscaldamento ai motori e una rumorosità eccessiva per le ventole sempre in funzione. Se l’ambiente è molto umido c’è il rischio di condense naturali.

Come posso acquistare i vostri prodotti?

– Direttamente sul nostro sito www.vini-italy.net 
– Inviando una e-mail commerciale@datrongmbh.eu indicando il prodotto da acquistare
– Telefonando al 049 0991254 oppure al 348 2660808.

Che tipo di garanzia è presente sui prodotti DATRON?

Per i privati, garanzia di 2 anni con assistenza diretta in tutta Italia.
Per le aziende e partita iva, garanzia di 1 anno con assistenza diretta.

Cosa si deve fare con la cantinetta compressore al momento della consegna?

Appena arriva la cantinetta presso la vostra destinazione lasciare in piedi per 24 ore prima di attaccare alla spina.

Che cosa NON fare con una cantinetta dotata di compressore?
Evitare di mettere la cantinetta vicino a qualsiasi fonte di calore ed in locali con forti odori. Nelle cantinette a doppia temperatura è CONSIGLIATO NON SUPERARE I 5° GRADI DI DIFFERENZA TRA LA ZONA SUPERIORE (vini bianchi) E LA ZONA INFERIORE (vini rossi).
Le vostre cantinette per vino sono a singola o a doppia temperatura?

Abbiamo cantinette vino frigo monotemperatura e cantinette vino frigo doppia temperatura.
In quelle a doppia temperatura nella cabina superiore si inseriscono i vini bianchi, mentre nella cabina inferiore i vini rossi.

– Nella cantinetta vino mono temperatura si può impostare un unica temperatura che varia a seconda del modello.

– Nella cantinetta a doppia temperatura, la temperatura della cabina superiore deve essere sempre inferiore a quella della cabina sotto. Il raffreddamento avviene tramite un unico compressore che raffredda la parte superiore, il freddo scende in un canale interno nella parte inferiore che attraverso un riscaldatore modifica la temperatura.

È CONSIGLIATO DI NON SUPERARE I 5° GRADI DI TEMPERATURA DI DIFFERENZA TRA LA ZONA SUPERIORE (vini bianchi) E LA ZONA INFERIORE (vini rossi).

Che tipo di alimentazione hanno le cantinette vino frigo Datron?

Ci sono 2 tipi di alimentazioni:

a) TERMOELETTRICO: dispositivo termoelettrico costituito da molte giunzioni ad effetto Peltier in serie insieme ai dispositivi ad effetto Seebeck costituisce una applicazione dei sistemi detti “termoelettrici”. Temperatura minima di 7°, massima di 20°. Questo tipo di alimentazione abbassa la temperatura di 12° / 15° C da esterno, molto sensibile al caldo, per incasso lasciare sempre una spazio circa 15 cm.


b) COMPRESSORE: questa tipologia di alimentazione garantisce migliore stabilità della temperatura che parte da 5° ad un massimo di 22°, abbassa la temperatura da esterno di 30°, adatta a qualsiasi soluzione per incasso.

Viene utilizzato qualche gas di raffreddamento?

L’alimentazione a compressore utilizza un sistema di raffreddamento. Il gas utilizzato R600 è ecocompatibile e non danneggia la fascia di ozono. 

Hanno luce interna?
Tutte le cantinette vino frigo Datron sono dotate di luce LED bianca. Nei modelli Luxury la luce interna è a scelta blu/rossa.
I ripiani sono in metallo o in legno?
Tutte le nostre cantinette vino frigo sono dotate di ripiani di legno di faggio. I modelli più prestigiosi hanno ripiani estraibili su guide telescopiche anatomiche.
Il vetro è anti-UV?

Tutti i modelli prevedono vetro anti-UV, temperato e isolato.

Sono rumorose?

Le cantinette professionali possono essere più rumorose poiché hanno molte più ventole che permette di creare un vortice d’aria fredda all’interno dei ripiani per un migliore raffreddamento a tutte le bottiglie interne. Le cantinette a compressore hanno prestazioni molto più elevate rispetto alle cantinette statiche. Questo permette un migliore raffreddamento può aumentare la rumorosità massima 40 decibel. Il rumore che viene percepito non è del compressore ma delle ventole all’interno. Non esistono cantinette sotto i 39 decibel di rumorosità.

La serie LUXURY è totalmente silenziosa, 40 decibel (unica nel suo settore), altri nostri prodotti utilizzano sempre alimentazioni silenziose con un massimo di 43 decibel. 

ATTENZIONE: Superfici dure, pavimenti e pareti possono far sembrare i rumori più forti di quello che sono nella realtà, perché amplificati.

Il compressore funziona di continuo?
Il compressore funziona in base alla temperatura esterna e alla quantità di bottiglie messe internamente. Inoltre l’apertura continua della porta influisce sulla temperatura della cantinetta.
Richiedono manutenzione?

La cantinetta necessita di essere tenuta pulita ed asciutta per funzionare correttamente.

Eliminare eventuali residui di acqua che possono creare ambienti sfavorevoli al vino.
La pulizia interna può essere fatta con un panno morbido, detergente neutro e asciugare bene.

Nel caso ci sia un malfunzionamento spegnere l’unità su OFF/spento e disinserire la spina dalla presa per 24 ore.

Cosa fare per risparmiare energia nella cantinetta a doppia temperatura??

Per fare migliore l’economia di consumo energetico nelle cantinette a doppia temperatura è consigliabile impostare la cabina superiore con un valore che non superi i 5° C dalla cabina inferiore. Creare troppa differenza tra la cabina superiore e quella inferiore, obbliga un’accessione continua del riscaldatore con l’aumento del consumo energetico.

Consigli per l’uso corretto della cantinetta vino frigo.

– Controllare che le bottiglie interne non ostruiscono i sensori, i canali delle uscite freddo, oppure la ventilazione.

– Evitare il contatto diretto di fonti di calore nella cabina ai lati e dietro della cantinetta vino.

– Pulire le ventole nel caso di rumore elevato.

– All’interno della cantinetta non mettere oggetti che possano emanare odori e perciò danneggiare il sapore del vino in quanto il vino respira attraverso il tappo.

– Nelle cantinette da incasso non ostruire lo zoccolo.

– Non mettere pesi elevati sopra la cantinetta.

– Controllare che la porta sia chiusa correttamente.

– La continua apertura della porta non permette una temperatura constante della cantinetta.

– Assicurarsi che la parte posteriore, dietro il compressore, abbia una ventilazione minima di cm 10.

– Se esiste riscaldamento a pavimento dare maggiore ventilazione alla cantinetta.

– Nel caso di doppia temperatura mantenere tra la parte superiore ed inferiore una temperatura non superiore 5° di differenza, esempio 10° sopra 15° sotto.

– Zone montane: Per evitare malfunzionamenti della cantinetta, nelle zone montane e/o che vanno al di sotto di 0°C, è consigliato l’acquisto di una cantinetta a doppia temperatura.

Consigli per la consegna:

Per l’Italia oltre alla consegna con corriere, c’è la possibilità di ritirare la cantinetta presso il magazzino Datron di Padova.

Tutte le spedizioni sono assicurate.

Il corriere prima di consegnare effettua una telefonata di preavviso, per concordare giorno e ora di consegna.

– Controlla che i colli consegnati siano corrispondenti al numero indicato sul documento di consegna.

– Controlla che l’imballaggio risulti integro e non alterato anche nei nastri di chiusura.

– Se possibile disimballa l’imballaggio e controlla che prodotto non sia danneggiato.

– MANOMISSIONI O ROTTURE bisogna immediatamente contestare la consegna al corriere respingendo la merce oppure scrivere sul documento di consegna COLLO SCONDIZIONATO IMBALLAGGIO DANNEGGIATO, unica dicitura valida ai fini del reclamo, se il corriere non accetta la scrittura, respingete il pacco. 

Cantinette da incasso

Esistono vari tipi di cantinette da incasso. Per tutte le cantinette è necessario lasciare uno spazio di 10 cm sul retro per fare respirare le ventole. Le cantinette ad incasso non possono essere sigillate sul retro.
Lo spazio dietro deve essere libero per permettere l’aerazione.

Le cantinette a incasso che hanno lo zoccolo di fondo, non necessitano di alcun ulteriore spazio laterale.

In ogni caso tutte, le cantinette da incasso possono anche essere utilizzate per una libera installazione.

Lo spazio a nicchia: incavatura in un muro, non chiusa su tutti i lati.

Lo spazio a incasso: spazio all’interno di un mobile, chiuso su 3/4 lati.

Tipologia cantinetta da incasso sottotop:

Le cantinette sottotop sono tipicamente quei elettrodomestici che vengono inseriti nella parte bassa della cucina (come la lavastoviglie). Misure di larghezza standard 595 cm.

Tipologia cantinetta a colonna:

Le cantinette da inserire in colonna hanno la caratteristica di essere sviluppate in verticale. Si possono appoggiare a terra oppure essere totalmente inserite all’interno della cucina.

Tipologia cantinetta da forno

Le cantinette da forno hanno uno spazio ridotto e sono utilizzate negli spazi da forno.

Umidità

Le cantinette Datron, come tutte le altre cantinette del mercato, non permettono di gestire l’umidità.

L’umidità interna delle cantinette è variabile dal 65% al 75% e i fenomeni che contribuiscono all’umidità sono date da:

– zona di residenza (collinare piuttosto che mare),

– quante volte si apre la porta della cantinetta,

– se le bottiglie sono asciutte o meno.

Consumi

Le cantinette hanno consumi energetici che variano a seconda del modello, dalla A alla D.

Nelle cantinette Datron è indicato il consumo h24 e/o annuale, il dispendio economico deriva dal fornitore di energia.

Quantità bottiglie

Il numero di bottiglie indicate per ciascuna cantinetta è indicativo.

Le bottiglie di riferimento sono bottiglie bordolesi standard da 0.75 cl.

In caso di inserimento di bottiglie fuori misura la capacità totale della Cantinetta diminuisce.

Tutti i dati sono indicativi e soggetti ad errore.

Smaltire la cantinetta
Per smaltire la vostra cantinetta è necessario rivolgersi al comune di residenza. Datron cantinette vino frigo non ritira cantinette usate e/o da smaltire.
Il ghiaccio nella cantinetta

Abitualmente nel periodo estivo, (in certi casi anche in Inverno), con temperature esterne ed interne alte o ricche di umidità, è possibile che nella cantinetta vino frigo Datron si formi del ghiaccio.
Il ghiaccio è causato da numerosi fattori naturali tra cui la temperatura, la continua apertura della cantinetta, eccesso di umidità nell’ambiente, bottiglie appoggiate sulle pareti oppure che ostruiscono la ventilazione, ecc.

Per risolvere la questione del ghiaccio vi chiediamo di staccare la spina per 24 ore, applicando un contenitore sul retro che servirà a recuperare l’acqua.
Dopodiché è possibile accendere la cantinetta, e consigliabile nel periodo estivo staccare una volta al mese la cantinetta per 12 ore.

Temperature interne delle cantinette

L’impostazione del display indica la temperatura interna della cantinetta che non sarà 
mai uguale all’impostazione del display, poiché la temperatura interna viene modificata da molti fattori del tipo:

temperatura esterna, quante volte viene aperte e chiusa la porta, posizione della cantinetta, angoli, sole, riscaldamento a pavimento, immagazzinaggio delle bottiglie, ecc.

Nel display viene impostata la temperatura desiderata, le sonde interne ed esterne comunicano al compressore il raffreddamento raggiunto di circa 2° inferiori ai gradi impostati, pertanto solo per questo meccanismo i gradi di differenza tra impostazione e temperatura interna può essere anche di 3°.

Tra il ripiano superiore ed il ripiano inferiore ci possono essere anche 3° di differenza.

Le cantinette NON RISCALDANO la temperatura dall’esterno, ma abbassano la temperatura, pertanto se l’ambiente in cui è posizionata la cantinetta è inferiore alla temperatura impostata nella cantinetta, la temperatura impostata non corrisponderà. 

Nelle cantinette statiche è normalità la differenza di temperatura tra la parte inferiore e superiore della cantinetta.

Il compressore immette aria fredda dall’alto, arie fredda più pesante scende nella parte inferiore, pertanto avremo la parte inferiore più fredda genericamente per bottiglie vino bianco, la parte superiore per vini rossi con temperature più temperate. La differenza di gradi non è quantificabile poiché dipende dalla temperatura esterna, interna, ed il grado di umidità percepito.

Nella cantinetta statica si crea un ambiente ideale tra temperatura ed umidità adatta alla conservazione del vino, questa cantinetta non avendo ventilazione è più soggetta alla condensa soprattutto mesi estivi, quando la differenza di temperatura tra interno ed esterno e molto diversa.
Aprire in continuazione la porta, o grande differenze di temperature interne ed esterne può portare a fenomeni di ghiaccio, risolvibili spegnendo la cantinetta per 24 ore.

 

AVVERTENZE

– Proteggere i prodotti dalle temperature estreme, dalla luce solare diretta, da forti vibrazioni, dall’eccessiva umidità, dal bagnato, da gas, vapori o solventi infiammabili.
– Maneggiare il prodotto con cautela.
– Questo prodotto non è un giocattolo. Tenerlo fuori dalla portata dei bambini e degli animali domestici.
– Per estrarre la spina dalla presa di alimentazione non tirare mai il cavo, ma afferrare bene la spina.
– La spina non deve mai essere collegata o scollegata con le mani bagnate.

AVVERTENZA – Per proteggere la cantinetta vino Datron da danneggiamenti causati da sbalzi di corrente indesiderati, è consigliato attrezzarsi di uno stabilizzatore di tensione, che evita danni all’elettrodomestico.

Datron NON E’ RESPONSABILE di danni causati alla cantinetta, da sbalzi di tensione. Il centro assistenza Datron è sempre disponibile per intervenire sulla cantinetta danneggiata.

Tutti i dati segnati sono indicativi e soggetti a margine di errore.